La questione Benny

Salve AFOLs!

Oggi parlerò di qualcosa di un po’ inusuale.

In seguito allo straordinario successo avuto da The Lego Movie, in breve sui vari siti di vendita on line, eBay etc, hanno iniziato a fare la loro comparsa le minifigures del film. Con un piccolo, non trascurabile problema. Benny, il 1980something space guy, il tipo spaziale degli anni 80.

Questo personaggio che io ho amato particolarmente è oggetto di un vero e proprio tentativo di piccola “truffa”. Molta gente sta infatti rivendendo le loro minifigure spaziali anni 80, del valore di pochi euro, a prezzi gonfiati 10 volte perché spacciati come Benny.

Fermo restando che, ai sensi di quello che interpretava il film in teoria qualsiasi astronauta blu anni 80 potrebbe essere Benny, per i collezionisti la minifigure di Benny è esclusivamente questa:

Benny, the 1980something space guy.

Benny, the 1980something space guy.

Questo personaggio è attualmente presente solo nel set 70810 – Metalbeard’s Sea Cow, anche se è previsto pure nel 70816 – Benny’s Spaceship, Spaceship, SPACESHIP! e la stragrande maggioranza delle copie in vendita NON sono questa originale minifigure.

Alcuni consigli per riconoscerlo:

  • Il volto. Il volto è unico e inimitabile, proprio SOLO di questa minifigure
  • Il torso deve essere solo parzialmente cancellato, come in figura
  • L’elmo deve avere un taglio esattamente come in figura

A questo punto, dovreste essere in grado anche voi di riconoscere il vero Benny.

E di aiutarlo a costruire la sua astronave. Astronave. ASTRONAVE!

Shintaku

4 pensieri su “La questione Benny

  1. Se permetti non sono per niente d’accordo. Io quando ero piccolo giocavo con uno di questi “benny” (che ai tempi grazie a dio potevo chiamare come desideravo senza che mi dicesse qualcuno dall'”alto” un nome) degli anni 80. E sinceramente penso che il suo valore se dovessi decidere di venderlo non sarebbe di pochi euro, bensi’ inestimabile considerato che costituisce un ricordo della mia infanzia. Semmai non capisco come qualcuno possa decidere di vendere un pezzo da collezione degli anni 80 spacciandolo per quel “freddo” pezzetto di plastica in serie che la lego sta stampando sulla scia del successo del film.

    • Ciao!

      Non a tutti i bambini piacciono le cose che piacevano a te quando lo eri. Per esempio a me piaceva anche avere degli omini con un nome già specifico e una storia dietro, perché ero curioso delle loro avventure, invece che dovermene necessariamente inventare delle mie. LEGO distingue i personaggi iconici (Chima, The LEGO Movie, Ninjago, Nexo Knights) da quelli generici (LEGO City, LEGO Racers, LEGO Castle etc) quindi il bambino mantiene la sua facoltà decisionale. Ad ogni modo Benny non è stampato in serie, si trova solo in alcuni set, e non è spacciato a destra e manca. Inoltre, il successo del film è qualcosa che giova a tutti gli appassionati, ha avuto solo conseguenze positive. Per concludere, il valore affettivo degli oggetti stride contro il libero mercato. Non posso vendere la mia FIAT UNO a 5000€ perché è stata la mia prima macchina. O meglio, posso, ma rimarrà lì, perché non se la comprerà nessuno.

  2. E poi vuoi mettere per un collezionista avere un “Benny” che viene davvero dagli anni 80 rispetto ad uno stampato quest’anno? =)

Cosa ne pensi? Puoi dire la tua anche nel nostro Forum