Daniel Krenz e l’importanza di essere un AFOL

Stasera RomaBrick organizza una serata AFOL, una serata per chi è appassionato di LEGO.

27690107776_0bf1f066a8_zÈ però importante per me oggi segnare anche il ricordo di Daniel Krenz, che nel corso degli anni ha disegnato, partendo come semplice AFOL, alcuni tra i miei set preferiti. La Eldorado Fortress del 1989 ad esempio, per me è stato un set così ben fatto al punto tale da averne 3, più uno rifatto identico ma con colori diversi. È una sorta di mio personale omaggio. Quando sei bimbo, non pensi che quei bellissimi modelli, quei castelli con cui giochi, sono il frutto della fantasia e dell’ingegno di qualcuno, qualcuno che li ha immaginati prima di te e li ha creati affinché tu ci giocassi.
Krenz ci saluta a 80 anni, una vita dedicata ai LEGO che gli ha permesso però di fare qualcosa che non è comune a tutti: ha fatto qualcosa per rendere questo mondo un posto leggermente migliore. Di tutte le persone che sono state rese felici per via delle sue idee chissà quanti oggi (o nei giorni passati) hanno avuto un momento per questo gentile signore che si è allontanato dagli Stati Uniti e si è innamorato della Danimarca. Forse, un po’, nel profondo, ogni AFOL avrebbe questo sogno. Andare a Billund e ricominciare lì. E quando i tuoi sogni, le tue idee, sono diventate la realtà di gioco di un bambino, in fondo, sai che hai fatto quello che dovevi fare.

Stasera ci vediamo tutti alla serata AFOL per dare un significato all’essere fan dei mattoncini, e anche se saremo in pochi, lo spirito è quello che ci fa sentire nel posto giusto, dove possiamo farci una risata spensierata, mentre il mondo intorno corre veloce, a volte troppo, ma mai abbastanza dal fermare i nostri sogni.

Jody Padulano

Cosa ne pensi? Puoi dire la tua anche nel nostro Forum