L’Italia sul mappamondo di Legoland Florida

Da qualche mese campeggia nel parco LEGOLAND in Florida un mappamondo di mastodontiche dimensioni realizzato, manco a dirlo, interamente da mattoncini; anche se il diametro è considerevole (più di 180 cm) la scala di rappresentazione è comunque piccola ma nonostante questo gli artisti autori di quest’opera hanno concesso solo all’Italia (eccezion fatta per gli Stati Uniti) l’onore di essere rappresentata Continua →

Non li voglio tutti uguali!

Eccoci! Oggi andremo a vedere i set con il maggior numero di pezzi DIVERSI! E’ bello avere un sacco di pezzi, ma se sono tutti uguali? Vediamo invece i set che contengono più referenze, più pezzi diversi l’uno dall’altro. Top ten! 9) In coabitazione 12037 The Tower of Orthanc e 10218 Pet Shop Con 366 pezzi diversi, questi due set Continua →

Mi dia quella minifigure!

Hi, AFOL! Proseguiamo con la nostra esplorazione nel mondo delle curiosità LEGO e procediamo con la MINIFIG più presente, ossia quella che è uscita nel maggior numero di set. 9) R2-D2 e Il Droide Tan Prodotti entrambi in 16 set diversi, rispettivamente dal 2007 e dal 1999, queste due minifigure di Star Wars occupano l’ultima posizione della top 10. Sono Continua →

Ne ho troppi!

100kg di mattoncini per sfogare la vostra creatività

Continuando sull’ondata delle curiosità, oggi rispondiamo ad un’altra domanda: qual è il pezzo Lego che, comprando una scatola, abbiamo più probabilità di trovare? Via con la TOP TEN! 10) Plate 2 x 6 Presente in ben 2420 differenti set, la plate 2 x 6 è il pezzo più grande che troveremo in questa speciale top 10. E’ stato prodotto nel 1978, Continua →

Un arcobaleno di colori!

Vi siete mai chiesti qual è il pezzo Lego prodotto in maggior numero di colori diversi? La risposta esiste, e sono le braccia delle minifigures Le braccia delle minifigures sono state prodotte in ben 55 colori diversi. Se poi invece vogliamo considerare invece vere e proprie parti, abbiamo un ex-aequo, tra la tile 1 x 2 e il brick 1 Continua →

Curiosità

Direttamente dal sito della Lego Education, traduciamo per il pubblico italiano alcune curiosità: – Il nome LEGO® è composto dalle prime due lettere delle parole danesi LEG GODT che significano “gioca bene”. – The LEGO Group ha brevettato il mattoncino con i cilindri interni e gli stud sulla superficie il 28 Gennaio 1958. Da allora tutti i brick 2 x Continua →

Correva l’anno 1970

Sfogliando l’archivio dei Radiocorriere della Rai ho trovato all’interno di un numero di dicembre del 1970 questa pubblicità su doppia pagina. È una testimonianza importante per gli AFOL; venivano annunciate le tre grandi novità di quell’anno per l’Italia: ingranaggi (pre-technic, ndr), treni e le “costruzioni di lusso” della serie Minitalia. All’interno sono riportati anche i prezzi di alcuni articoli, è Continua →

Parisian Restaurant, personaggi Technic e la versatilità degli elementi LEGO®

Abbiamo visto in questo articolo come i costruttori più “arditi” riescano ad utilizzare nelle proprie creazioni i pezzi più inusuali, in contesti del tutto diversi da quello del set di provenienza dell’elemento. In realtà, anche i designer LEGO lo fanno molto spesso. La creazione di un nuovo stampo è un’operazione costosa e per ammortizzare l’investimento è ovviamente opportuno che un elemento venga Continua →

La piccola rivoluzione LEGO® dei primi anni ’90

Una delle pietre miliari della storia LEGO® è stata sicuramente l’introduzione della minifig nel 1978. Per quelli che come me sono nati solo alcuni anni dopo, è come se la minifig fosse sempre esistita e, se non fosse per le immagini dei set vintage presenti in rete, non riusciremmo neanche a immaginare una città, un’astronave o un castello LEGO senza Continua →

Il primo animale

Salve a tutti! Oggi volevo sfiziarvi con una piccola curiosità. Dopo essere passata alle minifigures, che prima erano fatte di mattoncini anch’esse, Lego® decise di iniziare a produrre anche delle mold (in gergo AFOL, dall’inglese “stampo”, effettivamente stampi per un nuovo “pezzo”) di animali interi, o con alcune parti mobili. E’ luogo comune pensare che il primo animale prodotto sia Continua →